Parquet multistrato: il meglio per lo sport


Pubblicato il 2 luglio, da Staff in parquet multistrato, pavimenti sportivi. Non ci sono commenti

parquet multistrato per palestreIl parquet multistrato è ormai riconosciuto come il più adatto e miglior sistema di pavimentazione per le strutture sportive. Sono numerosi infatti i palazzetti dello sport e le palestre che hanno scelto il parquet multistrato. Le strutture di questo genere devono possedere un tipo di pavimentazione morbida ma che allo stesso tempo sia resistente alle frequenti sollecitazioni cui è sottoposta, inoltre è indispensabile che la manutenzione possa essere fatta in modo facile e veloce.

Tra i principali vantaggi di un pavimento stratiforme compattato tra supporto elastico, piano ripartitore e strato nobile, vi è un’elevata uniformità di risposta della superficie ai carichi, un assorbimento acustico migliore, una stabilizzazione omogenea e un’alta resistenza nel tempo.

Senza soffermarsi su quelle che sono le caratteristiche particolari del legno e dell’essenza, i vantaggi del parquet multistrato per le strutture sportive derivano principalmente dalle qualità del supporto elastico, detto anche “materassino”, che si presenta normalmente in tonalità nere o avorio, ruvide o più assemblate, e conferisce al pacchetto posato qualità che risultano superiori addirittura al legno massello. Il supporto elastico, con le sue cellule aperte, è di fatto un agglomerato di poliuretano espanso flessibile (Pur) e garantisce il mantenimento di spessore, elasticità e resistenza alla compressione con densità da 70 a 240 kg/mc.

Grazie alle sue elaborazioni chimiche, una volta assestato, il materassino rende il parquet multistrato per le strutture sportive una pavimentazione dalla compattezza straordinaria in grado di durare decenni. Essendo pavimenti in poliuretano non sono soggetti ad usura o a sgretolamenti e risultano totalmente inattaccabili da variazioni termiche o microorganismi eventualmente filtrati dal massello.

Alcuni dettagli tecnici di questo pavimento sportivo: le schede di sicurezza, previste dalla direttiva comunitaria 67/648, non sono richieste in quanto il materiale non è classificabile tra le sostanze e i preparati ritenuti pericolosi.
Relativa analisi tossicologica DIN 38407-F 13 QMA 2.516.246 TUV Rheinland Group; MBT<0,050 mg/kg; DBT <0,050 mg/kg; TBT<0,050 mg/kg.

Per ricevere maggiori informazioni sui nostri parquet multistrato per strutture sportive contattaci!

Articoli correlati:





I commenti sono chiusi.